Rimetti a noi i nostri debiti

Rimetti a noi i nostri debitida Nuova Economia. È Natale ed è tempo di preghiere, di buoni propositi e di letterine dei bambini a Babbo Natale. La crisi è ben lungi dal finire, nonostante i proclami che pressoché quotidianamente vengono lanciati dai governanti del mondo, e così quest’anno il Natale si avvicina con tutto il suo carico di ansie e preoccupazioni nelle famiglie di tutto il mondo per i debiti che non si riescono a pagare.

Anche le letterine dei bambini americani a Babbo Natale, quest’anno riportano questo clima di ansia e di incertezza. Negli Usa sin dall’ottocento –dice un articolo sul Messaggero –  i bambini indirizzano le lettere natalizie che contengono i loro desideri, a Babbo Natale Polo Nord, e negli uffici postali queste lettere vengono smistate a migliaia di volontari che rispondono con una cartolina di auguri. Quest’anno, però, al posto delle solite richieste di dolciumi o di giocattoli all’ultima moda, il tono ed il contenuto delle lettere è profondamente cambiato.

Continua a leggere