In memoria di Giordano Bruno contro i fondamentalismi del pensiero unico

Ripropongo con alcune modifiche e aggiunte un articolo di quattro anni fa su Giordano Bruno.
Che il suo spirito e la sua mente lucida  ci facciano da guida in questi tempi oscuri. 
Oggi ricorre il 419° anniversario della morte di Giordano Bruno che fu bruciato in Campo de’ Fiori il 17 febbraio del 1600. Giordano Bruno era un pensatore originale e libero. Immaginava un universo comporto da infiniti mondi: “… e sappiamo certo che essendo effetto e principiato da una causa infinita e principio infinito, deve secondo la capacità sua corporale e modo suo essere infinitamente infinito. […] non è possibile giamai di trovar raggione semiprobabile per la quale sia margine di questo universo corporale; e per conseguenza ancora li astri che nel suo spacio si contengono, siino di numero finito; et oltre essere naturalmente determinato cento e mezzo di quello” (La cena delle ceneri).

Continua a leggere